Alvise Bolomini

Ciao Tonghi come lo vedi lo scherzetto che ti stiamo facendo? Dopo la Onlus anche il sito web… Quanto ci stai insultando?

“Si tranqui” cit.

Come tu già saprai stiamo mandando i nostri pensieri su di te, foto e video imbarazzanti tue… Si dice che “chi la fa l’aspetti” ed allora …

Beh Pres sai, io purtroppo se mi guardo dentro, credo di non aver ancor assimilato la questione, a volte il tempo è fermo immobile e a volte il tempo vola, sono passati tot mesi, ormai, ma io ancora non riesco a metabolizzare del tutto, troppo grande per me come cosa o troppo presente tu nella vita di tutti i giorni.

Sono uno dei pochi sfortunati/fortunati, dipende dai punti di vista, che ti hanno visto quel pomeriggio del 10 giugno scorso; non era certo la prima volta che si veniva a trovarti e anche quella volta li hai voluto scherzare, come a voler esorcizzare la situazione il più possibile.

Ecco io partirei proprio da questa tua dote : l’ironia.

Gli sfottò, l’ironia tagliente sono i tuoi cavalli di battaglia da sempre apprezzati e ricercati da tutti.

Ti sei sempre comportato come se nulla fosse tenendoci all’oscuro tutti per preservarti/ci. Encomiabile. Una dignità da sottolineare più e più volte.

Hai regalato sorrisi fino a quando ti è stato permesso e noi con te ci siamo comportati e ci comportiamo il più normale possibile, come tu avresti voluto, come tu vuoi. So che stai sbuffando dietro quegli occhiali da chef Barbieri, però Pres, permettimelo e permetti a tutti noi ogni tanto di dirci che ci manchi.

Si tranqui altra cit.

Non aggiungo altro, il grosso te lo scrissi già nella letterina e poi dai, direi che ci parliamo già abbastanza tutti i giorni. A questo punto chiudo prima di diventare prolisso e sappiamo che la tua pazienza rasenta 0,3 secondi.

Ti mando un beso da Madrid, dall’estero quindi, da dove, come ben sai, ho sempre sognato di studiare! Ciao Plinio

Alvise

Arrows Left