Barbara Regasto

Ho conosciuto Pit molti anni fa, ancora ai tempi in cui stavamo intere serate seduti sui motorini ai Portoni Borsari, ma ho potuto approfondire la nostra amicizia solo negli ultimi due/tre anni. Pit era l’Amico con la A maiuscola e farò sempre tesoro dell’ energia e della voglia di vivere che trasmetteva a chi gli stava vicino.

Mi mancano le conversazioni iniziate con un “Giancarlo, come va?”, le serate a commentare “X-Factor” e “Masterchef”, i link e gli screenshots assurdi che mi inviava ogni giorno.

Mi manca abbracciarlo forte per fare il pieno del suo profumo, perché non ho mai incontrato un ragazzo con un profumo così buono.

Mi manca convincerlo che le verdure non sono poi così male e che le tagliatelle al ragù sono il piatto più buono del mondo.

Mi mancano le serate a casa della Silvia, quelle in cui Pit, di sua spontanea volontà e di certo con un filo di masochismo, si univa a noi ragazze. L’ importante era che ci fossero la pasta, ovviamente non al ragù, ma anche le famose patate al forno della Silvia. La cena passava veloce tra un pettegolezzo e l’altro, ma il bello veniva dopo…pur di stare con noi e farci contente, Pit era disposto a sorbirsi puntate di telefilm da ragazzine come “Pretty Little Liars” o “Glee”!! Tra un vassoio di pasticcini, qualche insulto ai cani che abbaiavano sempre, commenti divertenti  sulle trame improbabili delle serie TV e, soprattutto, un’infinità di video trash su YouTube, il tempo volava e tornavo sempre a casa con il sorriso stampato in faccia.

Ed è con quel sorriso e quella felicità che trasmetteva che voglio ricordarmi di Lui.

Barbara G. R.

Arrows Left