Silvia Amighini

Mi manca quando mi arrivavano i tuoi messaggi la mattina “sei in negozio? Caffettone?” e tu bevevi il tuo tè freddo.

Ogni volta che i miei andavano in vacanza dovevi assolutamente farti invitare almeno una volta a cena. La prima cosa che ti interessava era il menù, avresti mangiato solo McDonald ma il sugo di “carne già  masticata” neanche sotto tortura. Se i piatti non ti ispiravano arrivavi dopo cena pretendendo almeno il gelato! Riuscivi anche a lamentarti sui gusti che trovavi nel frigo!

Solo tu potevi trovare i video più stupidi, ci tengo a ricordare Benny Lava e Bello Figo Gu! Non mi dimenticherò mai quando in viaggio di maturità sei venuto a dormire in hotel da me perché non volevi prenderti l’influenza dagli altri. Sei voluto andare via prima e quando ti ho chiesto di guidare il motorino mi hai detto che non eri capace, così ci siamo quasi schiantati sull’insegna dell’hotel. Di fatti l’SH è stato il tuo acquisto migliore! Ti ricorderò sempre con le mutande con i gelati a litigare con la Mattea per l’aria condizionata.

È stato un onore averti avuto come amico e rimarrai sempre nel mio cuore.

Silvia A.

Arrows Left